La Lega in gabbia

"Il Riformista" del 12 agosto 2009

Tonia Mastrobuoni (12 agosto 2009)

"Il ministro spiega perché la riforma dei contratti nasconde la soluzione al dilemma. Ma una parte dei leghisti apre polemiche ormai su tutto. Un messaggio indirizzato soprattutto a Berlusconi: vogliono la guida della Regione Veneto...."

Altro che gabbie c'è già la giungla dell'occupazione

www.ilriformista.it del 11 agosto 2009

Anna Chimenti (11 agosto 2009)

"In molti casi i lavoratori vengono assunti per periodi brevi o brevissimi, e il rinnovo o il mancato rinnovo dei contratti non dipende dalla qualità del servizio fornito o del prodotto realizzato. Di conseguenza, ci sono lavoratori che per lo stesso lavoro, se vogliono continuarlo, devono accettare riduzioni salariali, anche a dispetto del fatto che nella stessa azienda ci sono persone pagate meglio per svolgere le stesse mansioni..."

Gabbie salariali: oltre ai sindacati, si ribella il Pdl

www.ilriformista.it del 11 agosto 2009

Stefano Feltri (11 agosto 2009)

"Almeno su una cosa sono (quasi) tutti d'accordo: le gabbie salariali non si devono fare e comunque non devono essere chiamate così...."

Immigrazione, inclusione e cittadinanza

www.lavoce.info del 3 agosto 2009

Graziella Bertocchi e Chiara Strozzi (05 agosto 2009)

Propongo alla riflessione questo pezzo recentemente pubblicato sul sito degli economisti de lavoce.info.

L'imbianchino di Sacconi

www.lavoce.info del 16 giugno 2009

Massimo Bordignon (20 giugno 2009)

Ho trovato questa nota sul sito degli economisti de lavoce.info. Condivido totalmente...

Poveri, 160 milioni in meno con l’aiuto del microcredito

"Avvenire" del 4 giugno 2009

Paolo Ferrario (04 giugno 2009)

"La crisi picchia duro ma non spegne la voglia di rivincita dei tanti che cercano di uscire con le proprie gambe da questo momento di difficoltà. A loro, a chi ha le idee, la forza e il coraggio di rimettersi in gioco, guarda la microfinanza, uno strumento ancora poco utilizzato in Italia, ma dalle grandi potenzialità soprattutto sul versante della creazione di impresa e dell’inclusione sociale. Si tratta di uno strumento utilizzato soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, dove la povertà è all’ordine del giorno e i sistemi bancari non consentono l’accesso al credito alle persone in difficoltà, con rischio di insolvenza. Il fenomeno del microcredito è stato ultimamente riportato alla ribalta, a marzo, dal premio Nobel Yunus, di passaggio in Italia, in visita alla Fondazione Cariplo...."

Discriminati perchè clandestini

www.lavoce.info del 12 maggio 2009

Gian Luigi Gatta (12 maggio 2009)

"La lotta all'immigrazione clandestina dichiarata con il pacchetto sicurezza ha portato all'introduzione nel codice penale di un'aggravante per i reati commessi dai "clandestini". Lo stesso reato, quale che sia, è considerato dalla legge più grave ed è punito più severamente se a commetterlo è uno straniero irregolare. Si tratta di un'irragionevole discriminazione fondata su una mera condizione personale, in spregio del principio costituzionale di uguaglianza...."

Modello Bergamo per il I Maggio

"Corriere della Sera" del 1° maggio 2009

Pietro Ichino (01 maggio 2009)

Lettera del giuslavorista Ichino al Corriere della Sera.

Scommessa sul futuro

"Corriere della Sera" del 1° maggio 2009

Massimo Gaggi (01 maggio 2009)

"Ora c'è l'accordo, col timbro della Casa Bianca: l'America di Oba­ma punta le sue carte su Fiat non solo per salvare Chrysler dal fallimento, ma per renderla — col de­sign italiano e la nostra tec­nologia di risparmio ener­getico — il simbolo della riscossa dell'industria ma­nifatturiera Usa. Un gran­de successo per il gruppo torinese, ma anche una sfi­da straordinaria. Anzi, una serie di sfide. In mezzo al­le quali Sergio Marchion­ne, col suo Dna di scom­mettitore, sembra trovarsi assai bene...."

Così Detroit può ripartire da Torino

"La Stampa" del 19 aprile 2009

Giuseppe Berta (19 aprile 2009)

"L’industria dell’auto americana, e di conseguenza mondiale, è alla vigilia di una rivoluzione. Quanto sta avvenendo a Detroit, dopo la relazione della task force nominata dal presidente Obama su quella che è stata un tempo l’industria Usa per eccellenza, è destinato a sconvolgere l’assetto di un settore che si è retto per un lungo tratto del Novecento su uno schema consolidato. Con la trasformazione radicale di General Motors e Chrysler, il sistema di Detroit cambia volto e dimensioni...."

Caduta ammortizzata

"Avvenire" del 4 marzo 2009

Francesco Riccardi (04 marzo 2009)

"E'lavoro", inserto sul lavoro del quotidiano cattolico "Avvenire" pubblica, oggi, una intervista a Natale Forlani amministratore delegato di I­talia Lavoro, il braccio operativo del ministero del Welfare e a capo della «Unità per la tutela dell’occupazione» costituita lo scorso dicembre.

Per un fondo di euro-sviluppo

"Corriere della Sera" del 28 febbraio 2009

Alberto Quadrio Curzio (28 febbraio 2009)

"Speriamo che la Ue non subisca, nel fronteggiare la crisi, una deriva protezionista e statalista contraria ai suoi principi fondativi. Situazioni gravi possono richiedere misure radicali, ma queste vanno ricercate tra quelle innovative. Perché è dal nuovo che può discendere anche la fiducia, com'è stato nel caso dell'euro."

Chi ha paura dei sussidi di disoccupazione?

www.lavoce.info del 17 febbraio 2009

Fabio Berton, Matteo Richiardi e Stefano Sacchi (17 febbraio 2009)

Un primo commento all'accordo tra Governo e Regioni per finanziare gli ammortizzatori sociali.

Ritorno a Linate

www.lavoce.info del 13 febbraio 2009

Oliviero Baccelli (13 febbraio 2009)

"La tanto attesa privatizzazione di Alitalia ha lasciato sul tavolo le questioni irrisolte dei rapporti fra Malpensa e Fiumicino e fra Malpensa e Linate."

Quell'inutile linea dura sull'immigrazione

www.lavoce.info del 13 febbraio 2009

Maurizio Ambrosini (13 febbraio 2009)

Non ci resta che crescere

www.lavoce.info del 13 febbraio 2009

Fedele De Novellis e Giacomo Vaciago (13 febbraio 2009)

"Si riaffaccia sui mercati il rischio-paese, confermato dalla pessima situazione economica e finanziaria di numerosi stati. In Italia è visto come un limite all'attuazione di una politica economica espansiva. E la questione torna a essere quella di garantire la sostenibilità del debito in maniera credibile."

Facciano presto e tanto

"Corriere della Sera" del 11 febbraio 2009

Francesco Giavazzi (11 febbraio 2009)

L'economista Giavazzi ritorna, quest'oggi, dalle pagine del Corriere a scrivere di economia e a interpretare il futuro alla luce delle decisioni di Obama e degli altri "grandi".

L'arcipelago dei licenziati

"La Stampa" del 7 febbraio 2009

Chiara Saraceno (07 febbraio 2009)

"Il bollettino quotidiano delle aziende che chiudono o licenziano o mettono in cassa integrazione o non rinnovano i contratti, disegnando un arcipelago drammatico e frastagliato nelle tutele e nelle assenze di tutele, ha messo ancora una volta in evidenza i limiti del sistema di protezione italiano, sia nei suoi aspetti di welfare lavoristico che per quanto riguarda il sostegno del reddito dei poveri."