Davide Galimberti

www.rmfonline.it dell'11 dicembre 2015

Caretti Emanuele ( 12 dicembre 2015 )

"Ho conosciuto Davide Galimberti sui treni delle Ferrovie Nord nel periodo in cui entrambi eravamo pendolari...."

EMANUELE CARETTI - 11/12/2015

Ho conosciuto Davide Galimberti sui treni delle Ferrovie Nord nel periodo in cui entrambi eravamo pendolari.

Davide mi ha da subito impressionato per la serenità nell’affrontare orari massacranti dal lunedì sino al sabato (compreso) per combinare le sue responsabilità di brillante avvocato amministrativista, professore e genitore con un atteggiamento sempre sorridente e disponibile.

Ci è spesso capitato di trovarci a fine giornata alla stazione della metropolitana di San Babila, correre insieme su per le scale della stazione Cadorna e, trafelati, prendere al volo il treno che ci avrebbe riportato a casa ad un orario ‘decente’ dalle rispettive famiglie.

In seguito abbiamo avuto occasione di incontrarci sempre più spesso in quanto i nostri figli hanno frequentato le stesse scuole (materna ed elementare) a Bosto e abbiamo anche trascorso insieme qualche giorno di vacanza estiva.

Mi è spiaciuto sapere che si sarebbe trasferito professionalmente a Varese e che così avrei perso la sua preziosa compagnia nel trasferimento giornaliero ma la notizia della sua candidatura alle primarie per diventare sindaco mi ha riempito di entusiasmo e ammirazione per una scelta dettata esclusivamente da spirito di servizio verso la sua città (il lavoro da fare non gli manca).

Durante questa stupenda campagna per le primarie, Davide ha saputo estrarre le migliori energie dai suoi sostenitori, tra cui tanti brillanti giovani, e ha contribuito a creare un clima di ottimismo ed entusiasmo attorno a lui come non avevo mai visto in questa città. Persone solitamente riservate e normalmente poco interessate alla vita politica si sono attivate per raccogliere firme, presenziare ai suoi banchetti, prendere posizione per lui e diffondere il suo nome sui social.

Mi immagino che Davide possa fare lo stesso una volta diventato sindaco: tirar fuori il meglio da tutti e (ri)creare un clima di ottimismo e fiducia in tempi non facili, riavvicinando alla cosa pubblica chi si è allontanato pensando che sia affare di terzi.

Materiale: