Una notte tra i senza tetto per arginare l’emergenza freddo

www.varesenews.it dell' 8 gennaio 2017

Alessandra Toni ( 08 gennaio 2017 )

"Sindaco e assessore hanno trascorso la nottata tra i clochard della stazione per convincerli a spostarsi nella sede della Croce Rossa. L'iniziativa continuerà per tutto il periodo di emergenza freddo..."

Una notte tra i senza tetto per arginare l’emergenza freddo

Sindaco e assessore hanno trascorso la nottata tra i clochard della stazione per convincerli a spostarsi nella sede della Croce Rossa. L'iniziativa continuerà per tutto il periodo di emergenza freddo

Una notte trascorsa tra i senzatetto. Per il Sindaco di Varese Davide Galimberti e l’assessore ai Servizi sociali Roberto Molinari quella trascorsa è stata una nottata di grande lavoro “diplomatico”: « Insieme a Don Marco Casale della Caritas, a Walter Piazza degli Angeli Urbani e a un rappresentante della Croce Rossa abbiamo battuto le zone dismesse della stazione di piazza Trieste. Abbiamo trovato una dozzina di persone che tentava di ripararsi dal freddo. Abbiamo cercato di convincerli a lasciare i loro giacigli di fortuna e a trascorrere la notte nella sede della Croce Rossa di via Durant. Al caldo, con la possibilità di farsi una doccia calda. Ne abbiamo convinti la metà circa. Ma continueremo nella nostra opera».

Anche questa notte, domenica 8 gennaio, dunque, la squadra dei soccorritori si muoverà per intercettare quanti non hanno un tetto e devono affrontare le temperature rigide: « Il nostro intento è iniziare un rapporto e arginare il loro stato di abbandono – spiega Molinari – Non è un’impresa facile ma è importante iniziare a dialogare. Oltre alla gestione dell’emergenza speriamo di avviare un percorso di recupero che, pur lento, speriamo porterà a risultati positivi».


Tutti uomini i senza tetto all’addiaccio intercettati la scorsa notte, sia italiani sia stranieri: « L’età è difficile da individuare, vivono in condizioni estreme».

Sono una cinquantina i posti a disposizione dei senza tetto in città: ci sono i 25 letti di via Maspero e i 14 dello Chalet Martinelli ma sono esauriti. Ora si sono aggiunti i 12 messi a disposizione della Croce Rossa e che rimarranno attivi per tutto il periodo di grande freddo.

Materiale: