Varese, Primo bilancio dell’era Galimberti, semaforo verde della maggioranza

www.varesereport.it del 31 marzo 2017

Sconosciuto ( 31 marzo 2017 )

Approvato il primo bilancio di centrosinistra

Varese, Primo bilancio dell’era Galimberti, semaforo verde della maggioranza

Quarta giornata dedicata a sosta, tariffe e bilancio, e importante risultato che premia il sindaco di Varese, Davide Galimberti, e la sua maggioranza di centrosinistra. Il primo bilancio che approda in Aula dopo la lunga parabola leghista, passa, attorno alle 23, grazie ad una maggioranza forte e compatta, che assicura 20 voti a favore del bilancio contro 8 no (solo un astenuto, il presidente del Consiglio, Stefano Malerba). Dunque la maggioranza tiene alla prova decisiva, quella del bilancio preventivo.

E’ lo stesso sindaco Galimberti che, in piedi, al termine della serata, interviene a ribadire numeri e principi, obiettivi e considerazioni più generali prima di andare al voto. Galimberti sottolinea come “si sia avvertito un senso di comunità al di là delle diversità politiche, un grande senso di appartenenza ad una città che ha bisogno di tanto pragmatismo”.

Un discorso che non inasprisce i toni, che ringrazia anche le minoranze, alle quali chiede: “Fate opposizione, ma senza pregiudizio, lasciate alla maggioranza il tempo necessario a mettere in atto politiche di riduzione della spesa”. Continua il sindaco: “E’ il primo bilancio del centrosinistra senza un euro in più di tasse. E l’operazione sulla Cosap evidenzia lo spirito di questa amministrazione: non incrementare di un euro il carico fiscale sui cittadini varesini”.

Il sindaco Galimberti elenca puntigliosamente i numeri del bilancio: più scuola con oltre 6 milioni di euro, 25 milioni di investimenti nelle infrastrutture, in particolare nelle Stazioni (di cui a breve sarà presentata la progettazione), 300 mila euro in più su cultura e turismo, una novità assoluta. Una linea, quella del centrosinistra, rimarca Galimberti, “dedita al pragmatismo e all’eliminazione di una demagogia inutile e che non porta alcun vantaggio ai varesini”.

Semaforo verde, dunque, per un bilancio che, nonostante qualche momento difficile, la maggioranza ha portato avanti con ostinazione, bocciando gli emendamenti delle minoranze, ribadendo la volontà di girare pagina rispetto al passato. E se, una volta votato e approvato il bilancio preventivo, i consiglieri e i militanti leghisti mostrano cartelli con i personaggi di Robin Hood paragonati a Galimberti, Zanzi e Buzzetti, tutto svanisce rapidamente a fronte del risultato politico importante che la maggioranza porta a casa.





Materiale: